capodannoferrara.net - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Ferrara e provincia

Info & Prenotazioni:

Scrivici info@capodannoferrara.net

La storia di Ferrara

La storia della città di Ferrara rivive ancora nei bellissimi monumenti

Storia e monumenti FerraraUn tempo le terre di Ferrara sono state attraversate dalla rete idrica del Po. Il letto del fiume che attraversava la città si è trasferito a diversi chilometri di distanza nel 12 ° secolo, lasciando dietro di sé non più di un flusso modesto, che scomparve a sua volta nel 17 ° secolo.

 

Ferrara è cresciuta lungo le rive del Po, sulla strada romana che porta a Padova intorno ad un guado. Quando si sentirono minacciati dagli Unni, il Vescovo di Voghenza trasferì la sua sede episcopale alla riva destra del fiume e, per garantire la protezione, ha costruito una fortezza sulla riva opposta nel 8 ° secolo.

 

Il Papa ha costruito il Castel Tebaldo sulla riva sinistra, a ovest della fortezza bizantina. La città si diffuse tra questi due poli, lungo una strada parallela al fiume (l'attuale Via delle Volte e via Ripagrande). La storia di Ferrara ci dice che all'inizio del 12 ° secolo la città era in piena crescita, con la nascita di nuovi quartieri. Il sistema bipolare di sviluppo è stato abbandonato nel 12 ° secolo in favore di un unico centro di cui la cattedrale, nota anche come duomo di Ferrara, era il centro.

 

Niccolò II d’Este, che creò anche il castello Estense, riuscì a consolidare nel corso del tempo la sua istituzione sulla città, trasformandola in un vero e proprio principato. Ha dato particolare attenzione alle questioni relative alla pianificazione e nel 1386 ha intrapreso la prima di una serie di estensioni, tutte fatte seguendo le stesse linee.

 

Durante il periodo difficile per gli stati italiani, all'inizio del 15 ° secolo, Niccolò III d'Este (1393-1441) ha seguito una politica molto abile. Ha ricevuto i papi Giovanni XXII e Martino V e ha ospitato il Concilio Ecumenico del 1438. L'arrivo alla corte dell’umanista Veronese Guarino Guarini ha conferito prestigio a Ferrara.

 

Nel 1796 la città fu occupata dai francesi, che ne fecero parte della Repubblica Cisalpina. Ferrara fu occupata nuovamente dai francesi nel 19 ° secolo e poi dagli austriaci. Quando entrò a far parte del Regno d'Italia nel 1859 furono fatti grandi opere di bonifica.

 

Tra i monumenti di Ferrara storici da ammirare ci sono l’acquedotto di Ferrara, la casa di Ludovico Ariosto, la Basilica di san Giorgio fuori le Mura, le bellissime mura di Ferrara e il palazzo Bevilacqua Costabili.

publisher
back to top